DIRETTIVA CANTIERI

Il cantiere edile è da sempre considerato l'ambiente di lavoro dove convergono la maggior parte di rischi ed incidenti sul lavoro, la situazione è oltremodo aggravata dalla concomitanza di lavorazioni diverse, e soprattutto un numero elevato di imprese che lavorano contemporaneamente.
Ecco perché nel 2008, il legislatore ha redatto il T.U. 81-08, a recepimento della direttiva n.92/57/CEE (prescrizioni minime d sicurezza e salute da attuare nei cantieri temporanei e mobili).
Tale decreto introduce due sostanziali novità:

  • Il committente dell’opera, chiunque egli sia, anche privato cittadino, è coinvolto in un sistema di sicurezza regolamentato in un’ottica di periodica analisi, in ogni fase realizzativi dell’opera ed a mantenere inalterate le condizioni di sicurezza durante le fasi di realizzazione edile e di ingegneria civile.
  • La sicurezza non viene solo attuata in fase di realizzazione del cantiere ma pianificata in fase di progettazione dell’opera, e le regole adottate saranno comunicate in precedenza alle ditte che faranno parte della fase realizzativi , in modo che gli oneri della sicurezza vengano precedentemente quantificati.

L’applicazione del T.U. 81-08 riguarda tutte le opere edili e di ingegneria comparenti nell’allegato I del decreto ovvero:

  • Lavori relativi ad oopere fisse, permanenti o temporanee in muratura, in cemento armato, in metallo, in lego od altri materiali.
  • Costruzione, manutenzione, riparazione, demolizione, conservazione, risanamento
  • Ristrutturazione o d equipaggiamento, trasformazione, rinnovamento o smantellamento
  • Linee elettriche e parti strutturali di impianti leettrici
  • Opere stradali, ferroviarie, idrauliche, marittime, idroelettriche.


Lo STUDIO TESLA ha messo a punto una gestione integrata dei dettami del T.U. 81-08, che si può riassumere con i seguenti punti:

 

Direzione Lavori (sia per la fase realizzativa sia per la sicurezza)

Esecuzione delle pratiche della sicurezza cantieri in FASE DI PROGETTO

Esecuzione del COORDINATORE IN FASE D’ESECUZIONE

Redazione del PIANO DI SICUREZZA E COORDINAMENTO (PSC - PSS)

Redazione PIMUS

Redazione del Fascicolo tecnico

Redazione dei PIANI SOSTITUTIVI

Redazione dei PIANI OPERATIVI DI SICUREZZA (POS)

Redazione dei PIANI DI LAVORO


 

 
B